BLOG-GALLERY – Danilo Petrucci: The Rain Man!

Galleria

This gallery contains 12 photos.

Troppo facile l’accostamento con il celebre film del 1988 diretto da Barry Levinson con la formidabile coppia di attori Cruise/Hoffman, si direbbe, ma tant’è… come definire un capolavoro come il secondo posto di Danilo Petrucci nell’ultimo gran premio di Silverstone in terra inglese? Consegnato alla storia. Tutto è stato scritto e altro si scriverà sull’impresa del nostro Petrux. Noi vogliamo … Continua a leggere

BLOG-GALLERY: Simone Corsi, un talento in soffitta?

Galleria

This gallery contains 10 photos.

Prima gallery del blog dedicata a uno degli istruttori di punta di Corsidiguida/Motorace: Simone Corsi. Talento indiscusso del Motomondiale, Simone non riesce ancora a trovare in questo 2015 la vetrina giusta dove poter mostrare il suo valore come pilota in una classe, beninteso, come è la moto 2, decisamente controversa e difficilmente decifrabile. Grinta, motivazione e capacità non mancano, ma le gare della … Continua a leggere

THE BLOG IS BACK! Si ricomincia con una intervista esclusiva a Roberto “Roby” Rolfo, pilota di primissimo piano nel mondiale Supersport 2015

Immagine

Roberto Rolfo a Misano 2015

Roberto Rolfo a Misano 2015 – © Foto Massimo Bracchi

Per vedere l’intervista cliccare il link sottostante:

L’intervista a Roberto Rolfo

 Roberto Rolfo, per un appassionato del mondo dello sport su due ruote, non ha bisogno di presentazioni. La carriera del pilota italiano, che Corsidiguida.it e Motorace hanno l’onore di annoverare tra i propri istruttori a partire da questo 2015, è sicuramente di tutto rispetto, a partire degli ottimi risultati in 250cc nel motomondiale culminati nel 2003 con un secondo posto nel campionato (ricordiamo che erano gli anni del dominio assoluto di Aprilia nella classe cadetta, mentre Rolfo è sempre stato fedele alla meno performante Honda), il passaggio in MotoGP nel 2005 con Ducati, nel 2010 l’esperienza in Moto2, quindi la partecipazione alle “derivate dalla serie”, sia nelle SBK che nelle Supersport, dove quest’anno corre per il team Lorini su Honda, il vecchio “amore” di gioventù.

Roberto Rolfo in azione durante l'evento Corsidiguida.it - © Foto Massimo Bracchi

Roberto Rolfo in azione durante l’evento Corsidiguida.it e Motorace – © Foto Massimo Bracchi

Prossimamente una gallery con foto esclusive in HD del nostro campione a Corsidiguida.it, stay tuned!

Blog reporter: Massimo Bracchi

Talenti emergenti: Claudio Corti “il navigatore solitario”

Non si tratta di internet, neppure della guida di un catamarano alla stregua di “novello Soldini” a sfidare le impervie e perigliose acque dell’Oceano Pacifico. Piuttosto, se di navigazione del talentuoso Corti vogliamo parlare, trattasi delle acque altrettanto dure ed impervie  delle posizioni retrostanti  la classe regina del motomondiale, ovverossia la tanto voluta quanto (apparentemente) inspiegabile categoria delle CRT (acronimo di “Claiming Rule Team”. n.d.r.), che nelle intenzioni del duo DORNA e IRTA (i padroni, in pratica, del motomondiale), dovrebbero costituire una specie di anello mancante tra la stessa Motogp, costituita da prototipi,  e la SBK, categoria dichiaratamente derivata  dalla produzione di serie.

Costi contenuti, quindi, ma ridotta visibilità, perché se fa relativamente notizia (per gli addetti ai lavori o attenti appassionati delle gare) un rampante Aleix Espargarò che si avvicina ai tempi delle sorelle maggiori, certamente un Colin Edwards, che corre all’interno dello stesso team di Claudio, pur con grandi trascorsi di pilota blasonato, rischia di passare pressoché inosservato in quanto relegato costantemente a fondo classifica.

Claudio Corti, dopo un breve apprendistato in Moto 2, durante il quale si è messo in luce in situazioni dove(ad esempio in condizioni atmosferiche sfavorevoli) era il pilota a fare la differenza, ha dato prova di avere talento da vendere, e  nel 2013 sta affrontando la bella avventura della Motogp, partendo, appunto, dal gradino inferiore delle CRT, meno performanti, ma certamente idonee a formarsi una concreta esperienza all’interno del Circus della massima categoria.

Detto questo, il blog di Corsidiguida.it  ha seguito con estrema attenzione le performance del  nostro brillante istruttore durante l’ultimo evento in pista a Castelletto di Branduzzo. Le immagini della FOTOGALLERY , come sempre una esclusiva di www.corsidiguida.it , parlano da sole. Buona visione.

WEB REPORTER: Massimo Bracchi

FOTOGALLERY

 

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda 

 

 

 

 

 

 

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,hondamotogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

 

 

 

 

 

 

 

 

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,hondamotogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

 

 

 

 

 

 

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

 

motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

 motogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,hondamotogp 2013,crt,claudio corti,colin edwards,aleix espargarò,moto2,motomondiale,corsidiguida.it,dorna,irta,sbk,corso pista,piega,curva,navigazione,ducati,kawasaki,honda

A Corsidiguida.it inizio scoppiettante della stagione 2013: Mattia Pasini e Claudio Corti tra le fila dei nostri istruttori!

Chi è già nostro fan della pagina Facebook oppure ci segue su Twitter, ne è a conoscenza: nel 2013 faranno parte del nostro staff quali istruttori in pista, due nomi di spicco della generazione “rampante” dei giovani piloti italiani: Mattia Pasini e Claudio Corti. Il primo impegnato in Moto2, mentre il secondo correrà in MotoGP nel difficile e combattuto settore delle CRT.

Conosciamoli un po’ meglio da vicino, in attesa di interviste e servizi esclusivi che, come sempre, il blog di Corsidiguida.it riserva ai propri lettori.

Cominciamo con Mattia Pasini.

Classe 1985, Inizia la sua carriera di pilota nel motomondiale guidando un’Aprilia 125 R, in compagnia di un illustre compagno di squadra, udite-udite, quel Roberto Locatelli, campione del mondo 2000, che ritroverà in corsidiguida.it quest’anno in veste di Direttore tecnico dei nostri corsi: una simpatica e fortunosa rimpatriata, dunque. Proseguendo nel corso degli anni, il nostro Mattia, con alti (due splendide vittorie consecutive nel 2007 con l’Aprilia RS) e bassi (la sfortuna ci vede sempre benissimo) gareggia in 125 fino al 2008, dove passa di categoria correndo in 250 (sempre con Aprilia) e vincendo, attenzione, la prima gara d’esordio in Qatar! Ma la sfortuna, inforcati gli occhiali, gli impedisce di conquistare un mondiale, quello del 2009, che viene ricordato per l’epica battaglia con il grande e indimenticato Simoncelli nel gran premio di Italia bagnato al Mugello, vinto con il coltello tra i denti da Pasini stesso.

E siamo nella storia recente: il campionato Moto2 lo vede impegnato, insieme al nostro Simone Corsi, a partire dal 2010, fino ad oggi, con qualche apparizione sporadica in motogp. Il 2013 appena iniziato potrebbe essere l’anno del riscatto… incrociando le dita! Forza Mattia!

Mattia Pasini a Losail (fonte www.motogp.com)

54mattiapasini,action__lg47734_original.jpg

 

Claudio Corti, nato nel 1987, pilota talentuoso, dopo brillanti risultati nei campionati Superstock, inizia la sua avventura mondiale in Moto2 nel 2010, dove si fa notare per le aggressive doti di guida, soprattutto in condizioni di pista bagnata, che però gli impediscono di concretizzare al meglio le indiscusse capacità tecniche. Dopo una “comparsata” in SBK, NEL 2012, gli viene proposto un ingaggio in MotoGP, favorendo così quel passaggio di categoria che, nel corso del 2013, viene concretizzato all’interno delle CRT, classe nella.. classe, che appare sempre più il futuro delle competizioni negli anni a venire, sulla scia delle Moto2.

Claudio Corti impegnato nel Qatar (fonte www.motogp.com)

71corti,action,motogp__lg42973_original.jpg

 

In bocca al lupo ai nostri due piloti per l’imminente appuntamento al Quatar, che è iniziato proprio oggi sul circuito di Losail. Se Assen è, o forse era l’università della moto, certamente Losail è un “test di ingresso” impegnativo per procedere oltre nel difficile ed entusiasmante mondo del mondiale moto.Noi li seguiremo con attenzione, così come seguiremo Simone Corsi e Alex De Angelis, impegnati anch’essi sull’impegnativo circuito degli Emirati arabi, dove, unico al mondo, si corre in notturna con l’illuminazione artificiale.

BLOG REPORTER: Massimo Bracchi

 

Sepang 2012: Alex De Angelis emerge su tutti dall’acqua malese.

78223_10151243658475769_2006273939_o.jpg

In una giornata molto difficile, fortemente condizionata dalle proibitive condizioni atmosferiche, dominata dallo struggente ricordo della scomparsa di Marco Simoncelli, ancora molto vivo nel cuore di tutti, il nostro Alex De Angelis ha centrato, per la terza volta, in tre anni consecutivi, sempre nel terz’ultimo appuntamento mondiale della stagione, la vittoria, meritatissima, in Moto2.

Al di là della numerologia, Alex ha dimostrato, una volta di più, di avere le carte in regola per essere uno dei grandi protagonisti nel motomondiale, che Corsidiguida.it ha l’onore di annoverare tra i suoi più valenti istruttori.

WEB REPORTER: Massimo Bracchi

Alex De Angelis in azione durante l’evento organizzato da Corsidiguida.it 

THE29992.JPG

 

L’opinione: MUGELLO, O CARO…

Come nello splendido duetto della Traviata di Giuseppe Verdi, La pista del Mugello, quasi una Parigi (motociclisticamenteparlando) incastonata nelle splendide colline toscane, ecco mi appare, illusoria e fatale. Un copione già visto, il carrozzone milionario del motomondiale sbarca in Italia, condito da speranze e, appunto, pie illusioni che qualcosa possa, finalmente, cambiare le sorti di una asfittica Motogp che stenta ad entusiasmare gli animi dei sempre attenti e fedeli appassionati provenienti da tutta Europa.

OK, direte, ma Iannone, “il pompiere di Viggiù” rossovestito e il rinato/redivivo Fenati dove li mettiamo? Nel genio italico. Non so altrimenti dove. Ma le nostre rosso-anemiche non girano proprio. Valentino attendista, Hayden pavido guerriero… Ci rimane un Rag. Dovizioso che, pur con la sua innegabile bravura, pervicacia e precisione di guida, non riesce ad infiammare più di tanto gli animi degli appassionati italiani raccolti sulle colline antistanti il circuito.

Così, aggirandomi nella calura del rumoroso catino toscano, tra hospitality auto-celebrative e meccanici indaffarati (loro sì che si guadagnano la pagnotta!), tra controlli asfissianti (mancava solo il cartellino per i bagni…) e un apparente Stato di polizia (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Guardia Forestale, Vigilantes… manca qualcuno?) rimuginavo la giornata che volgeva al termine, piena di aspettative, ma avara di risultati. Saluto qualche amico, mi si apre il cuore a rivedere alcune “vecchie glorie”, vedo un capannello di gente all’uscita del box Yamaha: chi aspettano? Ecco, il divo del momento, giustamente osannato, esce indossando ancora la tuta di pelle blu: Jorge Lorenzo, il dominatore del GP d’Italia 2012. Si avvicina, con un grande sorriso, disponibile e paziente. Ha l’età di mio figlio, è già un divo, ma il cuore si allarga, a vederlo così spontaneo, come devono essere i giovani della sua età. Mi sei piaciuto Jorge, da oggi hai un fan in più.

Concludo con una breve riflessione: il motociclista, il comune appassionato, in questo apparentemente dorato mondo, dove viene collocato? tra i polli da spennare o dove? Me lo chiedo e lo chiedo a voi, amici del blog. Per quanto mi riguarda sarò felice di ritrovare, il 23 luglio, lo staff di Corsidiguida.it, per una vera giornata tra appassionati, dove la vecchia gloria e il campione in attività si mescola e si amalgama con il comune utente della strada, che è poi, infine, quello che fa girare tutta la baracca.

Dimenticavo: un plauso a Sportmediaset, e a tutto lo staff di giornalisti che ci fanno vivere giornate indimenticabili sui nostri schermi di casa, un sentito grazie all’amico Max Temporali, ma anche a Alberto Porta, e a chi in Sport Mediaset ha, come lui, tollerato la mia piccola “invasione di campo” presso la loro tenda.

WEB REPORTER: Massimo Bracchi

 

Nicky Hayden,mugello,savelli,uscita curva,accelerazione,Ducati,motogp,Mugello 2012

Nicky Hayden, in uscita dalla Savelli, affronta il  breve rettilineo prima dell’Arrabbiata 1.

 

Joge Lorenzo,Yamaha M1,motogp,Mugello 2012,autografi,fan,vincitore gara

Jorge Lorenzo, cordiale e disponibile, firma autografi e posa per le foto tra i suoi fans.

 

LE VIDEO-INTERVISTE: ALEX DE ANGELIS ISTRUTTORE NEL MASTER RIDERS DI CORSIDIGUIDA.IT

Dopo il nostro appuntamento, il primo del 2012, in Corsidiguida.it sul circuito di Castelletto, nel quale ha dato l’ennesima prova di professionalità e competenza quale istruttore nel corso avanzato/pro, Alex De Angelis ha affrontato con la dovuta serenità e concentrazione l’appuntamento mondiale della categoria MOTO2 sul circuito di Le Mans. Il nostro campione, con caparbietà ed intelligenza, è riuscito a trovare il bandolo della matassa per risolvere il problema che affliggeva da un po’ di tempo la sua Suter, rivoluzionando l’assetto della moto, caricandola completamente sul posteriore, così da riuscire, negli ultimi scampoli delle prove ufficiali francesi, ad agguantare un settimo posto che gli permetterà di partire domani dalla terza fila.

Ma facciamo un passo indietro e torniamo alla giornata del 14 u.s. dove De Angelis è stato impegnato nel programma di guida sportiva 2012 di Corsidiguida.it :

nella videointervista, il nostro Alex ci parla dellle proprie aspettative in questo mondiale Moto2, esternando un fiducioso ottimismo per quanto riguarda le possibilità di miglioramento con il Team NGM Mobile Forward Racing.

 

ALEX DE ANGELIS,CURVA,CORSO DI GUIDA SICURA

Alex De Angelis impegnato nel corso Master Riders con la tuta ufficiale del Team NGM

 

La moto affidata al campione sammarinese per svolgere con la dovuta perizia il corso Master Riders è stata una Ducati Streetfighter 848, una naked sportiva ottima per girare in una pista come quella di Castelletto di Branduzzo, esuberante nella cavalleria ma rigorosa nell’assetto: un punto di riferimento per gli amanti delle piste guidate.

IL VIDEO COMPLETO DELL’INTERVISTA 

alex de angelis,pista,corso moto,piega

Ancora Alex impegnato in curva con la Ducati 848 streetfighter

 

WEB REPORTER: Massimo Bracchi 

 

Debutto dolce e amaro per il Team Corsidiguida.it in Formula Promotion

4dc25ffe76cf3.jpgTermina con un’auto distrutta, con il miglior giro in gara, un nono posto assoluto ed il secondo posto di categoria, il week end di gara che ha visto il debutto del Team Corsidiguida.it nel campionato italiano Formula Promotion.

I due piloti della squadra lombarda hanno brillato per tutta la due giorni nelle rispettive categorie, ma entrambi sono stati vittima di errori nel momento decisivo.

Le prove libere del sabato si sono concluse con il quinto tempo di Alberto Ticchi sulla nuova PC010, a soli 2 decimi dal primo (Corrado Cusi), e con il tredicesimo di Alessandro Micchetti con la vecchia PC08 (terzo tempo di categoria). Il risultato delle libere è stato più che buono, se si pensa che per i 2 piloti era la prima esperienza sul circuito Enzo e Dino Ferrari (per Micchetti la prima assoluta in gara).

Le qualifiche di domenica mattina vedono un buon risultato di Alberto Ticchi (ottavo) ed un ottimo rilievo cronometrico per Alessandro Micchetti che migliora di più di 5 secondi la prestazione del giorno precedente  (risultando il secondo di categoria a soli 2 decimi dal primo).

In gara le due monoposto del Team si dimostrano competitive.

Alberto Ticchi resta sempre nel gruppo dei primi (erano in 6 in un secondo) e si candidava a protagonista nella volata finale con un giro che gli vale il miglior tempo assoluto (resterà il giro più veloce).

30_04_12(4)-1.JPG

 

Alessandro Micchetti già dalla prima variante del tamburello è saldamente primo delle pc08, sfruttando al meglio la confusione generata dagli altri piloti.

Schermata 2012-05-01 a 13.50.01.png

 

Micchetti è il primo dei piloti di casa corsidiguida.it a commettere un errore, risalito fino al 7° posto sbaglia alla Villenueve finendo in testacoda e perdendo così 2 posizioni, una delle quali ai danni di Domenico Parrotta (Flamax Team) che gli soffia il primo posto di categoria.

Schermata 2012-05-01 a 13.51.47.png

 

Ben più grave l’errore di Ticchi, che in bagarre per il primo posto all’ultimo giro, cerca un sorpasso all’esterno alla fine del rettilineo, decollando letteralmente sulle ruote di Bassi e dopo un volo di alcune decine di metri, terminava la sua corsa nella sabbia dopo essersi ribaltato più volte con la sua monoposto. Risultato: PC010 distrutta, ma per fortuna pilota con solo piccole ammaccature. La cella di sicurezza della monoposto progettata da Corrado Cusi ha retto alla grande.

Schermata 2012-05-01 a 13.54.17.png

Alessandro Micchetti termina la gara bagnando il suo debutto in una competizione con il 9° posto assoluto e con il 2° posto di categoria.

Schermata 2012-05-01 a 14.04.20.png

 

Il week end per il Team Corsidiguida.it è stato davvero denso di emozioni.

 

 

Il Team Corsidiguida.it ad Imola con le formula Predator – driver Alessandro Micchetti

Dopo l’annuncio della nascita del Team Corsidiguida.it, e l’ottimo risultato del nostro Presidente Alessandro Micchetti nella giornata di Imola con la Predator Pc008, che con una gara intelligente è giunto secondo di categoria, dopo una gara condotta in testa ed una posizione persa per un banale errore verso la fine, eccovi l’interessante video on-board durante le qualifiche sul circuito del Santerno.

A seguire, altre notizie del Team Corsidiguida.it, sul Blog Corsidiguida.it, categoria auto.

Massimo Bracchi