COME “RIMANERE IN SELLA” SALVANDO I GOMITI? TE LO SPIEGA MATTIA PASINI

Oggi, se non sfiori (o tocchi, a seconda) il gomito in curva, praticamente non sei nessuno. Almeno nel motomondiale.

Sicuramente quanto sopra detto, non riguarda noi comuni utenti della pista, ma un bello “stil novo” che ci consenta un completo controllo della nostra moto nelle curve più impegnative, ci interessa, eccome, anche perché, prese le dovute distanze, ciò che si impara in pista, si porta, parlando di sicurezza di guida, su strada, perchè, in strada, i nostri gomiti li dobbiamo invece salvare da qualsiasi contatto sull’asfalto, giusto?

Ecco quindi che noi di Corsidiguida.it, attenti come sempre alla sicurezza dei nostri allievi, abbiamo pensato bene di dedicare nel nostro programma trasmesso ogni sabato alle ore 21 e 30 sul canale 249 del digitale terrestre di DINAMICA CHANNEL, uno spazio alla guida sportiva su pista, invitando uno dei nostri istruttori, il talentuoso Mattia Pasini impegnato nel mondiale Moto 2, a spiegare visivamente come adottare la posizione in sella più corretta e redditizia, tutto questo sotto l’occhio attento, microfono in mano e telecamera al seguito, di Franco Bobbiese, già conduttore storico del motomondiale in TV.

Non avete la possibilità di vederlo? Niente paura, il vostro blogger vi ha messo a disposizione un video, meno professionale tecnicamente, ma ugualmente efficace, dove trovate tutto, ma proprio tutto, su quanto detto da Mattia Pasini durante il nostro corso in pista.

 

Nelle foto, invece, potete vedere un Pasini impegnato tra i cordoli della pista di Castelletto di Branduzzo (PV) non con una supersport dell’ultima generazione, ma alla guida di un mezzo con ridotta potenza, nello specifico un’Honda CRF 150 monocilindrica 4 tempi, messa a disposizione dal nostro simpatico “Gigi” (che salutiamo cordialmente), a dimostrazione che la classe di un pilota non si misura con il mezzo utilizzato, quindi: poche scuse e “dai de gas”, ginocchio (e gomiti) a terra ma… sempre in pista e sempre in sicurezza con Corsidiguida.it!

WEB REPORTER: Massimo Bracchi

mattia pasini,honda,pista,curva,ginocchio a terra,corsidiguida.it,moto2,moto due,motogp,motomondiale,franco bobbiese,castellettomattia pasini,honda,pista,curva,ginocchio a terra,corsidiguida.it,moto2,moto due,motogp,motomondiale,franco bobbiese,castelletto

mattia pasini,honda,pista,curva,ginocchio a terra,corsidiguida.it,moto2,moto due,motogp,motomondiale,franco bobbiese,castellettomattia pasini,honda,pista,curva,ginocchio a terra,corsidiguida.it,moto2,moto due,motogp,motomondiale,franco bobbiese,castelletto

CORSIDIGUIDA.IT – LE VIDEOINTERVISTE: L’ASSETTO DINAMICO DELLA MOTO VISTO E ANALIZZATO DA CARLO LUZZI, INGEGNERE DI PISTA HONDA HRC DI CASEY STONER CAMPIONE DEL MONDO MOTOGP

In attesa dell’evento del 14 maggio 2012, di  Corsidiguida.it, che si annuncia ricco di sorprese e novità (ne parleremo diffusamente nei prossimi articoli). Vi ripropongo una interessante intervista, effettuata nel 2011, a Carlo Luzzi, ingegnere di pista in forza al Team Honda ufficiale HRC, che attualmente lavora a stretto contatto con Casey Stoner, dopo aver contribuito alla conquista del titolo mondiale, nell’anno appena trascorso, da parte del binomio australiano-giapponese.

Questi i passaggi salienti dell’intervista che potete vedere e sentire nel filmato da me realizzato (perdonate quindi quel po’ di improvvisazione che però fa tanto diretta tv) durante un incontro organizzato in collaborazione con il sito Real Bikes (la voce dell’intervistatore è del blogger Massimo Miliani).

L’argomento trattato è la regolazione delle sospensioni nelle moto sportive, con alcune interessanti considerazioni in merito al comportamento dinamico della motocicletta, argomento solitamente poco trattato  nei forum e negli articoli giornalistici perchè molto specifico e ostico alla maggior parte degli utenti della strada, ma non per questo meno importante di altri per ottenere il risultato di una guida sicura e redditizia in pista.

Per chi vorrà comunque approfondire l’argomento, verranno in seguito pubblicati una serie di articoli tecnici con l’ausilio di esperti del settore, collaboratori, come sempre,di Corsidiguida.it.

Massimo Bracchi

Le video-interviste di Corsidiguida.it: Alex De Angelis spiega come guidare la moto con una corretta postura.

Alex De Angelis a Castelletto di Branduzzo come istruttore di Corsidiguida.it

Alex de Angelis,corsidiguida.it,honda

Alex De Angelis, che ha confermato la sua presenza nel mondiale Moto2 per la stagione 2012 firmando per l’NGM Mobile Forward Racing Team, offre la propria disponibilità a tutti i lettori del blog di Corsidiguida.it, che possono ascoltare ed imparare qual’è la posizione più corretta nella guida di una moto sportiva.

Una errata postura in sella alla nostra moto, certamente non ci consente di sfruttare al meglio il potenziale offerto dalla nostra cavalcatura. Non solo, anche nella guida di tutti i giorni, una posizione corretta durante la guida della moto ci consente un controllo completo del mezzo che stiamo guidando, riducendo così, ancora una volta, la possibilità di commettere pericolosi errori di guida, a tutto vantaggio della sicurezza e del confort.

Ascoltiamo quindi cosa ha da dirci in merito il simpatico pilota sammarinese.

Massimo Bracchi

 

Le interviste di Corsidiguida.it: Roberto Locatelli spiega l’importanza della preparazione fisica in un pilota di moto.

 

THE22420.JPG

THE22846.JPGTHE23374.JPG

 

 

 

 

 

 

 

Ora che la bella stagione è finita, inizia quel tempo che si può definire quasi il letago del motociclista, perlomeno del motociclista sportivo, che ama vivere la sua passione tra i cordoli dei circuiti.

Eccoci quindi a parlare di preparazione fisica, un argomento alle volte troppo trascurato, perchè, spesso, si crede che la guida della moto (sportiva) non implichi più di tanto un dispendio notevole di energie psico-fisiche del pilota. Niente di più sbagliato, e questo lo sanno soprattutto i piloti professionisti.

Lo abbiamo chiesto a Roberto Locatelli, del team di Corsidiguida.it, che ci racconta la sua esperienza in merito, senza trascurare il necessario complemento di una buona preparazione atletica, vale a dire una adeguata alimentazione.

Massimo Bracchi

I VIDEO-CORSI di CORSIDIGUIDA.IT: la “STACCATA” spiegata da Paolo Casoli

paolo casoli,gasolio,corsidiguida.it,staccata,corso moto,guida sportiva,ingresso curva,frenata

Paolo Casoli con la sua tuta Ducati di campione del mondo 1997 durante un evento di Corsidiguida.it

 

Il “Gasoliopensiero”: ovvero la guida della moto al limite giudicata dal Gasolio nazionale, al secolo Paolo Casoli, campione del mondo 1997 nella categoria Supersport con la Ducati, nel video realizzato “al volo” durante una pausa del corso a Castelletto di Branduzzo con Corsidiguida.it.

La “staccata” è il momento più delicato che precede l’entrata in curva nella guida sportiva in moto, quando da forte velocità affrontiamo una impegnativa decelerazione, attaccandoci ai freni, magari ritardandola (in circuito, sempre) il più possibile, per poi percorrere la curva nel migliore dei modi. Ebbene, quello è uno dei momenti più emozionanti, sia da vedere durante le competizioni, che da provare (in circuito, meglio se seguiti da un istruttore come Paolo) con la nostra moto sportiva.

Paolo Casoli, forte della propria esperienza di pilota e campione in gare internazionali sui circuiti di tutto il mondo, ma anche quale valente e professionale istruttore in Corsidiguida.it, ci fornisce una personale e interessante versione di questa fase della guida sportiva della nostra moto, aprendo nuovi orizzonti e conoscenze utilissime in circuito e preziose sulle strade di tutti i giorni.

Tutto questo, naturalmente, lo vedete solo ed esclusivamente con Corsidiguida.it !

Massimo Bracchi

 

CORSIDIGUIDA.IT e REAL BIKES presentano: i migliori interpreti della MOTOGP raccontati da GUIDO MEDA

La troupe di REAL BIKES e il BLOG di Corsidiguida.it, approfittando della pausa relax durante l’evento del 26 settembre  nella pista di Castelletto di Branduzzo, hanno intervistato il nostro istruttore GUIDO MEDA in merito alle caratteristiche di guida, ma non solo, dei migliori piloti della MotoGp del momento: Valentino Rossi, Casey Stoner, Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso.

Ecco il link del servizio:

real-bikes,corso di guida sportiva,azione,foto,banner,link,ktm

Qui il video integrale :

 

 

 

La “MORALINA” : guidare la moto secondo GUIDO MEDA

guido meda,morale,moralina,corsidiguida.it,briefing,guida,sicurezza,moto

Durante il briefing di Corsidiguida.it, Guido Meda, il popolarissimo commentatore televisivo del motomondiale, tira fuori dal cilindro un aspetto del proprio carattere decisamente diverso dalle gags alle quale ci ha abituato, insieme al “Reggio” nazionale, durante le telecronache tv. Mettendo da parte facili battute, rende partecipi ai corsisti del nostro evento di quanto sia serio parlare di sicurezza all’interno di un corso, come è il nostro, destinato a perfezionare la guida della motocicletta, sia su strada che in pista. Guido Meda, strappando una serie di sentiti applausi al termine del proprio intervento, parla delle proprie esperienze e del proprio modo di concepire la guida in moto con sicurezza e coscienza civica.

Il video dell’intervento di Guido Meda lo trovate proprio qui sotto, buona visione!

Gli insegnamenti di un campione: Alex De Angelis ti dice come guidare veloce, sicuro, e senza affaticare le braccia.

Alex De AngelisL’errore comune del “pilota della domenica” (usato non in senso dispregiativo, ovvio, intendo parlare di gente comune, non di professionisti) è quello della ricerca spasmodica della piega estrema, piuttosto che quella di “pulire” la gomma posteriore per dimostrare che “andiamo forte”, che siamo dei veri “manici”. Alex De Angelis (che, nella foto accanto, vediamo mentre controlla l’ingresso in curva degli allievi), durante il briefing con gli allievi dopo una serie di giri in pista, vuole sfatare questo mito, ponendo l’accento e focalizzzando l’attenzione dei corsisti sulla sicurezza di guida in pista (e, quindi, a maggior ragione, su strada) piuttosto che la ricerca dell’angolo di piega più accentuato. Sicurezza di guida che diminuisce proporzionalmente con l’aumento della stanchezza del pilota: l’obiettivo è, quindi, quello di guidare più rilassati, più sicuri e più veloci, cosa volere di più? Sentiamo dunque quello che ha da dirci Alex nel video di Blog.corsidiguida.it.

Massimo Bracchi 

 

Il campione sale in cattedra

Lucky Star, nella veste (o, per meglio dire, nella tuta…) di un “teacher” scrupoloso e preparato, spiega come affrontare la pista da pilota esperto e capace qual’è. E tutto sembra semplice. Sembra. La paranoia del ginocchio a terra a tutti i costi, delle pieghe estreme, svanisce. Ora, l’obiettivo è chiaro: curvare velocemente in sicurezza, dominando la moto, e aprire altrettanto velocemente, con tanta gomma attaccata a terra, usando soprattutto le gambe, molto meno le braccia, che non si devono stancare troppo. Così, il mezzo meccanico risulta più docile, meno imprevedibile, viene dominato con decisione e scioltezza. Lo sguardo, in pista, si posa rapidamente ed esattamente dove vogliamo andare, davanti a noi, dove vogliamo posare le ruote della nostra moto. Certo, è facile dirlo, ma anche farlo, quando dietro di noi sentiamo la presenza rassicurante di Marco Lucchinelli, il Campione del Mondo. Ma attento, Cavallo Pazzo è sempre pronto a stupirti con una battuta, uno scherzo, per ricordarti che sei sulla  tua moto soprattutto per divertirti.

Massimo Bracchi

THES8800.JPG

THE22112.JPG