Gli insegnamenti di un campione: Alex De Angelis ti dice come guidare veloce, sicuro, e senza affaticare le braccia.

Alex De AngelisL’errore comune del “pilota della domenica” (usato non in senso dispregiativo, ovvio, intendo parlare di gente comune, non di professionisti) è quello della ricerca spasmodica della piega estrema, piuttosto che quella di “pulire” la gomma posteriore per dimostrare che “andiamo forte”, che siamo dei veri “manici”. Alex De Angelis (che, nella foto accanto, vediamo mentre controlla l’ingresso in curva degli allievi), durante il briefing con gli allievi dopo una serie di giri in pista, vuole sfatare questo mito, ponendo l’accento e focalizzzando l’attenzione dei corsisti sulla sicurezza di guida in pista (e, quindi, a maggior ragione, su strada) piuttosto che la ricerca dell’angolo di piega più accentuato. Sicurezza di guida che diminuisce proporzionalmente con l’aumento della stanchezza del pilota: l’obiettivo è, quindi, quello di guidare più rilassati, più sicuri e più veloci, cosa volere di più? Sentiamo dunque quello che ha da dirci Alex nel video di Blog.corsidiguida.it.

Massimo Bracchi