Il campione sale in cattedra

Lucky Star, nella veste (o, per meglio dire, nella tuta…) di un “teacher” scrupoloso e preparato, spiega come affrontare la pista da pilota esperto e capace qual’è. E tutto sembra semplice. Sembra. La paranoia del ginocchio a terra a tutti i costi, delle pieghe estreme, svanisce. Ora, l’obiettivo è chiaro: curvare velocemente in sicurezza, dominando la moto, e aprire altrettanto velocemente, con tanta gomma attaccata a terra, usando soprattutto le gambe, molto meno le braccia, che non si devono stancare troppo. Così, il mezzo meccanico risulta più docile, meno imprevedibile, viene dominato con decisione e scioltezza. Lo sguardo, in pista, si posa rapidamente ed esattamente dove vogliamo andare, davanti a noi, dove vogliamo posare le ruote della nostra moto. Certo, è facile dirlo, ma anche farlo, quando dietro di noi sentiamo la presenza rassicurante di Marco Lucchinelli, il Campione del Mondo. Ma attento, Cavallo Pazzo è sempre pronto a stupirti con una battuta, uno scherzo, per ricordarti che sei sulla  tua moto soprattutto per divertirti.

Massimo Bracchi

THES8800.JPG

THE22112.JPG