LE “MAZZATE” DI MARCO LUCCHINELLI – in esclusiva a CORSIDIGUIDA.IT

lucky,marco lucchinelli,corsidiguida.it,corso,guida,circuito,campione,mondiale,mazzate

E’ così: irrefrenabile e clamorosamente vintage, Marco Lucchinelli, campione del mondo classe 500 nel 1981, istruttore a Corsidiguida.it , che  tante ne sa. E tante ne spara. Di mazzate:  la Ducati in MotoGP che si perde in meandri di sperimentazioni  telaistiche; il Valentino nazionale che non vince più e aspetta che sia invece  la moto, appunto, vincente;  lo staff dirigenziale Ducati… i difetti cronici di certe moto e i pregi di talaltre, esprimendo la propria contrarietà nei confronti dell’attuale eccessiva “invasione” dell’elettronica nelle moto e nelle auto, togliendo così il gusto della guida, ma anche consentendo ad un utente poco esperto un comportamento in strada pericoloso,  perché troppo aiutato, in una guida sportiva, dai vari dispositivi di supporto elettronico. Non mancano considerazioni sui campioni del presente, come Melandri , e del recente passato, come Troy  Bayliss, indimenticato campionissimo della SBK, ancora idolo incontrastato e insostituibile dei ducatisti, del quale il nostro Lucky ha una grandissima stima, descrivendone le innate, grandissime doti di guida. Poi, la Storia del motociclismo sportivo, quello con la “s” maiuscola appunto: i campioni del passato, “Fast” Freddie Spencer, su tutti, un vero marziano venuto dagli USA per portare una ventata di novità nel modo di guidare le moto da GP, capace di vincere nello stesso anno, il 1985, i due mondiali più abiti: la 250 e la 500 con la Honda;  poi, aneddoti curiosi su Randy Mamola, il funambolo statunitense che ha raccolto poco ma dato molto alla 500 GP; Michael “Mick” Doohan, che con il comando del freno posteriore posizionato sotto la leva della frizione, a sinistra sul manubrio, a seguito del pauroso incidente di Assen nel ’92 (salvato in extremis dal dott. Costa), ha vinto cinque mondiali… Insomma, una miniera di informazioni da ascoltare a bocca aperta nelle pause a Corsidiguida.it. Uno spettacolo nello spettacolo da vivere con intensa emozione.

A dimostrazione di quanto detto, vi propongo una chiacchierata del Lucky in compagnia del commentatore sportivo di Italia 2 Mediaset Max Temporali, nostro direttore operativo e del Dott. Marco Franchini della clinica mobile, nostro responsabile medico.

A seguire una bella PHOTOGALLERY del nostro campione che contiamo tutti di incontrare nuovamente il 23 luglio a Corsidiguida.it, buona visione.

WEB REPORTER: Massimo Bracchi

 

DSC01666.JPGTHES1256.JPG

 

 

 

 

 

 

 

THES0793.JPGTHES9762.JPG

 

 

 

 

 

 

THES9834.JPGTHES9857.JPG

 

 

 

 

 

 

 

Il campione sale in cattedra

Lucky Star, nella veste (o, per meglio dire, nella tuta…) di un “teacher” scrupoloso e preparato, spiega come affrontare la pista da pilota esperto e capace qual’è. E tutto sembra semplice. Sembra. La paranoia del ginocchio a terra a tutti i costi, delle pieghe estreme, svanisce. Ora, l’obiettivo è chiaro: curvare velocemente in sicurezza, dominando la moto, e aprire altrettanto velocemente, con tanta gomma attaccata a terra, usando soprattutto le gambe, molto meno le braccia, che non si devono stancare troppo. Così, il mezzo meccanico risulta più docile, meno imprevedibile, viene dominato con decisione e scioltezza. Lo sguardo, in pista, si posa rapidamente ed esattamente dove vogliamo andare, davanti a noi, dove vogliamo posare le ruote della nostra moto. Certo, è facile dirlo, ma anche farlo, quando dietro di noi sentiamo la presenza rassicurante di Marco Lucchinelli, il Campione del Mondo. Ma attento, Cavallo Pazzo è sempre pronto a stupirti con una battuta, uno scherzo, per ricordarti che sei sulla  tua moto soprattutto per divertirti.

Massimo Bracchi

THES8800.JPG

THE22112.JPG

SCRIVONO DI NOI…

Un bell’articolo di MachoMax postato sul forum del portale:

aprilia,marco lucchinelli,corsidiguida.it,smanettoni.net

 L’amico Massimiliano ha pubblicato un report completo del nostro corso del 26 maggio u.s., corredato da splendide foto e relativi commenti, quasi una visita virtuale di una delle nostre giornate in pista a Castelletto di Branduzzo, vissuta dal punto di vista di un “corsista”.

grazie Massimiliano!

THE23099.JPG

VEDI_IN_ALTA_DEFINIZIONE